Non sai cosa fare? Fai una lista

Faccio liste per tutto. Per casa, per lavoro, per diletto. Liste su liste. A volte mi chiedo se non sia una perdita di tempo fare tutte queste liste. Ma mi accorgo che, quando non le faccio, è davvero il momento in cui il tempo lo perdo, o meglio lo spreco. Fare liste, mettere nero su bianco le priorità e soprattutto gli obiettivi che voglio raggiungere, mi aiuta moltissimo a mantenere il focus e a non tergiversare. A non impigrirmi, anche.

Personalmente faccio ancora le liste sulle mie innumerevoli Moleskine, una per ogni ambito della vita. Non riesco a farne a meno e anche se so che suona un po’ demodé, scrivere a penna sulla carta mi aiuta a pensare meglio, a prendermi il tempo per soffermarmi sulle parole prima di scolpirle in modo irrimediabile. Molto più difficile che affidarsi a un editor di testo che ti consente di scrivere/cancellare in un flusso di coscienza che, spesso, confonde anziché chiarire.

Il mio suggerimento è di avere 3 liste di base:

  1. La lista Lavoro: cose da fare giornalmente/settimanalmente. Obiettivi da raggiungere. Azioni da compiere per raggiungerli. In questo senso è necessario evitare di essere vaghi, cerco sempre di definire bene che cosa voglio fare e che cosa ne voglio ottenere. Per esempio fare 10 telefonate o mandare 10 mail per ottenere 2 nuovi appuntamenti. O cose simili. È importante, perché a fine giornata, se non avrai fatto le tue 10 azioni per ottenere il tuo obiettivo saprai perché non lo hai raggiunto. Se invece le hai fatte e l’obiettivo non lo hai raggiunto ugualmente, saprai che domani dovrai probabilmente aggiustare qualcosa nella tua strategia. Utile in ambedue i casi, no?
  2. La lista Casa: per chi come me è tendenzialmente disordinata avere una lista aiuta a gestire le cose da fare in casa che, non si sa come mai, sono sempre tantissime, senza perdere di vista il benessere generale della famiglia. Certo, ho una persona che mi aiuta con le faccende domestiche altrimenti non ne uscirei viva e anche perché detesto occuparmene. Lavoro tutto il giorno e il poco tempo libero che ho proferisco dedicarlo alla famiglia. Ma, comunque, ci sono sempre mille cose che si possono e devono fare per gestire al meglio le esigenze di tutti i componenti del nucleo familiare. Quindi lista della spesa, lista delle cose da riparare/sostituire, lista delle cose da acquistare, lista decluttering (qui un bell’articolo della mia amica Raffaella di BabyGreen). E così via per tutto quello che vi serve.
  3. La lista Vita: lo so, può sembrare inutile e in effetti forse lo è, ma è così bello scrivere le mostre che voglio vedere, i luoghi che voglio visitare, le cose che voglio fare con mia figlia e con la mia famiglia. I vestiti che voglio acquistare (God Bless Instagram – qui una delle mie fonti di ispirazione preferite) o i libri che voglio leggere. Perché arriva sempre il momento in cui sei in libreria, di fronte a quel mare di opportunità, e rischi sempre di ritrovarti con il libro che proprio non volevi.

Insomma, se cercate un modo per mettere ordine e guardare meglio a quello che state facendo il mio suggerimento è, senza dubbio, quello di cominciare a fare una lista. A proposito, inizierò a fare la lista delle cose da mettere in valigia per le vacanze!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s